Il nuovo Certificato di Idoneità Statica CIS


Nuovo Regolamento Edilizio del comune di Milano 2014
-  art. 11 paragrafo 6 - Manutenzione e revisione delle costruzioni

«Tutti  i  fabbricati,  entro  50  anni  dalla  data  di collaudo  delle  strutture,  o  in  assenza  di  questo, dalla  loro ultimazione, dovranno  essere sottoposti ad  una  verifica dell’idoneità statica di ogni loro  parte  secondo  la  normativa  vigente  alla  data  del  collaudo  o,  in  assenza  di  questo,  alla data di ultimazione del fabbricato, che dovrà essere  certificata da  un  tecnico abilitato.  A tale verifica dovranno essere sottoposti anche gli edifici interessati, per almeno la metà della loro superficie,  da  cambio  di  destinazione  d’uso,  da  interventi  di  manutenzione  straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione se non sussistono gli estremi di legge per un nuovo collaudo statico. Tali certificazioni dovranno poi essere allegate al fascicolo del fabbricato  o  alla  documentazione  dell’edificio»


Il comune di Milano con il regolamento edilizio urbano approvato nel 2014 ha pertanto introdotto il Certificato di idoneità statica (CIS) unitamente al concetto di Manutenzione e revisione periodica delle costruzioni

Quando fare il certificato di idoneità statica di un fabbricato / Condominio

  • entro 5 anni se ultimato da più di 50 anni o che raggiungerà i 50 anni in questo periodo, qualora non siano in possesso di Certificato di Collaudo Statico;

  • entro 10 anni se già in possesso di Certificato di Collaudo Statico con data risalente a un periodo superiore a 50 anni o che raggiungeranno i 50 anni in questo periodo.


In assenza del Certificato di Collaudo Statico c’è tempo fino al 26.11.2019 per sottoporre a verifica di idoneità statica

  • i fabbricati che, in data 26.11.2014, hanno più di 50 anni e che, quindi, sono stati ultimati prima del 11.1964;

  • i fabbricati che raggiungeranno 50 anni entro il 26.11.2019 e che, quindi, sono stati ultimati prima del 11.1969;


In presenza del Certificato di Collaudo Statico c’è invece tempo fino al 26.11.2024 per sottoporre a verifica di idoneità statica

  • i fabbricati che posseggono suddetto Certificato con data risalente a prima del 11.1964;

  • i fabbricati che posseggono suddetto Certificato che raggiungono i 50 anni prima del 11.2024;


Conseguenze legali previste all’art. 11 paragrafo 6 Regolamento edilizio Urbano

Nel caso del mancato rilascio di tale certificazione nei limiti temporali previsti viene meno l’agibilità dell’edificio o delle parti di questo non certificate. In caso di compravendita i notai dovranno allegare tali certificazioni all’atto di vendita
  • qualora il CIS non venga redatto entro i termini temporali stabiliti dal Regolamento, viene meno l'agibilità dell'edificio o delle parti di questo non certificate;

  • il CIS si manifesta come un documento obbligatorio che il notaio dovrà allegare all'atto di compravendita il quale, in assenza di CIS, potrebbe anche essere nullo


Amministratore dello stabile secondo l’art. 1130 c.c.  

  • organo di esecuzione, per quanto riguarda la realizzazione delle deliberazioni dell'assemblea dei condomini e osservanza del regolamento di condominio;

  • organo autonomo, per quanto riguarda la disciplina dell'uso delle case comuni e la prestazione dei servizi nell'interesse comune in modo che tutti i condomini ne traggano miglior godimento;

  • organo finanziario, per quanto attiene alla riscossione dei contributi ed alla erogazione delle spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell'edificio e per l'esercizio dei servizi comuni;

  • organo di tutela, in quanto tenuto a compiere gli atti conservativi dei diritti inerenti alle parti comuni dell'edificio


Amministratore come si deve comportare sulla necessità di richiedere il CIS ?

L’art. 1130 c.c. seppure integrato e ampliato dalla recente riforma non conferisce all’amministratore un potere di autonomia.

Deve pertanto convocare una assemblea condominiale e ottenere l’autorizzazione.

Problemi per eventuali interventi da effettuare per  ottenere il CIS

Problemi per la gestione di informazioni note all’amministratore che potrebbero compromettere il rilascio del CIS


Quorum art. 1136 c.c.

L'assemblea in seconda convocazione è regolarmente costituita con l'intervento di tanti condomini che rappresentino almeno un terzo del valore dell'intero edificio e un terzo dei partecipanti al condominio. La deliberazione è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del valore dell'edificio


Responsabilità dell’Amministratore per omessa delibera

L’amministratore non può ritenersi responsabile per gli effetti di una omessa delibera sul rilascio del CIS e dell’effettuazione degli interventi necessari per ottenerlo


La Sede

Via Benvenuto Cellini 2/b - 20129 Milano - Italia

Tel: +39 02 55184328 +39 02 55184405


Email: segreteria@studio-mauro.it


 
 
Nome *
Nome
Telefono *
Telefono