In tema di successione legittima, allorché sia possibile individuare una pluralità di designati a succedere in ordine successivo, ha luogo una delazione simultanea in favore dei primi chiamati e dei chiamati all’eredità in subordine, con la conseguenza che a questi ultimi è riconosciuta, in pendenza del termine decennale per l’acquisto dei beni ereditari decorrente dall’apertura della successione, la praticabilità immediata di un’accettazione espressa o tacita dell’asse ereditario, sia pure con efficacia subordinata al venir meno, per rinuncia o prescrizione, del diritto dei primi chiamati.

(Cassazione 15/06/2016, n. 12277; Cassazione 06/02/2014, n. 2743; Cassazione 05/12/2013, n. 27293; Cassazione 13/07/2000, n. 9286; Cassazione 22/06/95, n. 7073; e Cassazione 16/08/93, n. 8737)