In caso di preliminare di vendita di bene futuro, l’interesse del promissario acquirente è leso non soltanto qualora il titolo edilizio manchi ab origine ma anche quando lo stesso, originariamente concesso, perda successivamente efficacia per condotta colposa del venditore (è stata violata, nel caso di specie, la normativa relativa alle distanze delle finestre).

Corte appello Palermo, 27/06/2019, n.1363